Kung fu shaolin tradizionale scuola Chang dsu yao

LO STILE PA KUA CHANG CH'UAN
"boxe degli otto trigrammi"

"Pa Kua Chang" o "Bagua Zhang" significa: "la Boxe del palmo degli otto trigrammi".
Esso viene considerato uno dei più interessanti stili interni di Kung Fu.
E' costituito da otto combinazioni di combattimento eseguite intorno ad un cerchio.
Anticamente questo stile veniva praticato camminando in cerchio su dei pali alti quattro metri piantati a terra ed in questo modo l'allievo sviluppava un'elevata capacità di equilibrio e di stabilità.
I suoi movimenti sono fluidi, continui, a volte lenti a volte molto veloci; potremmo definirla "una danza marziale" eseguita camminando intorno ad una circonferenza che mantiene un'ampiezza costante ed ogni cerchio ha un diametro di circa tre metri.
Nel "Pa Kua" la tecnica principalmente usata è quella del palmo della mano; nel combattimento vengono espresse tecniche di colpi di mano aperta, di prese, di leve articolari, di proiezioni.
Questo stile permette di studiare il modo con il quale riuscire a svincolarsi dalle leve e da prese esercitate da un avversario. L'abilità consiste nel riuscire a mantenere un perfetto equilibrio camminando velocemente intorno ad un cerchio e scambiando ripetutamente i vari movimenti.
Il Maestro Chang Dsu Yao lo studiò per parecchi anni con il famoso Maestro Chang Ch'ing Po, presso l'Accademia Militare per allievi ufficiali di Kuei Lin (celebre città della Cina meridionale pittorescamente adagiata sulle sponde dell'anonimo fiume, in mezzo ad un fantastico scenario di picchi e di dirupi rocciosi che emergono come isole dall'abitato e che hanno ispirato innumerevoli pittori di tutte le epoche)

Come per lo stile Hsing-I che è fondato sulla teoria dei cinque elementi, il Pa Kua affonda le sue origini in un altra teoria orientale molto rinomata e discussa "La teoria dei mutamenti" ( I Ching) resa celebre dal famoso saggio omonimo che troviamo tutt'ora nelle librerie spesso a prezzi esorbitanti; un' opera antichissima che veniva utilizzata per predire il futuro. Gli antichi saggi che scrissero il libro scoprirono che tutto l'universo è in continuo e ciclico mutamento, ma anche che i mutamenti sono regolati da leggi ben precise (il sole per esempio sorge sempre a Est); alla luce di tali considerazioni se interpreteremo bene tali leggi saremo allora capaci i di predire il corso degli avvenimenti.
Applicando questo principio ad uno stile si combattimento si arriva quasi a prevedere le tecniche dell'avversario in base ai suoi movimenti.

Questa teoria molto complessa non è semplice da riassumere e soprattutto non è semplice trovare documentazioni attendibili con le giuste interpretazioni. Ultimamente, in particolar modo in occidente, questa teoria è stata perturbata e plasmata a seconda degli interessi (magia, misticismo, astrologia). La teoria de I Ching non è una forma di profezia atta a predirre il futuro ma bensì una strada complessa per cercare di trovare una "regola" nel succedersi degli eventi. Su internet si trovano molti documenti che approfondiscono questa teoria. Qui sotto ne riporto uno in particolare estratto da un sito ben fatto che cerca di riassumere le nozioni salienti di un trattato di oltre mille pagine rappresentato dal libro dei mutamenti (I CHING).

LA TEORIA DEI MUTAMENTI - I CHING


LA PRATICA:
dopo aver eseguito una tecnica iniziale (Chi Shin), si eseguono otto tecniche e come si può notare si ripete sempre il numero otto (che è anche quello dei trigrammi e di fatto ad ogni gruppo di tecniche è stato associato un particolare trigramma). Negli esercizi con un partner per ognuna delle otto serie di tecniche vi sono otto applicazioni pratiche; il numero complessivo delle applicazioni è uguale a quello degli esagrammi: sessantaquattro. Le otto tecniche hanno i seguenti nomi:

1. T'an Huan Chang o singolo cambio del palmo.
2. Shuang Huan Chang o doppio cambio del palmo.
3. Shun She Chang o palmo in accordo con la tecnica.
4. Pei Shep Chang o palmo dietro al corpo.
5. Fan Shen Chang o palmo del corpo che gira.
6. Mo Shen Chang o palmo che sfrega il corpo.
7. San Chuang Chang o palmo che passa sopra tre volte.
8. Hui Sen Chang o palmo del corpo che ritorna.

Un classico esercizio di allenamento del Pa Kua Chang è proprio la rotazione circolare facendo perno su un lungo bastone sorretto dalla mano in guardia. La difficoltà sta appunto nel non far cadere il bastone in particolare durante i veloci cambi di direzione.

Allenamento sui pali del Pa Kua Chang                  
Classico allenamento di Pa Kua

 

STORIA E RADICI DEL PA KUA CHANG

Il Pa Kua Chang (palmo degli otto trigrammi) si sice sia stato stato creato a Pechino da Tung Hai Chuan, nato nella provincia Hebei tra il 1966 e il 1880.
Le informazioni storiche sono confuse è non c'è nulla di certo, secondo una delle tante versioni, Tung imparò le arti marziali sulla montagna Giou Hwa dal maestro Bi Dern-Shai.
Durante la pratica lo studente deve imparare a controllare il bacino, che controlla la direzione del corpo che si muove con un andatura circolare.

Pa Kua Chang

Un altra curiosità:
Secondo alcuni Ueshiba a studiato per qualche tempo pa kua in Cina e i movimenti circolari dell'aikido, sarebbero stati presi dal Pa kua.
Avendo praticato sia pa kua che aikido ho notato che alcune cose sono molto simili, ma questo non signfica molto: abbiamo comunque 2 braccia e 2 gambe per forza alla fine tanti movimenti si somigliano.

Di questo stile sappiamo solamente che nel secolo scorso un maestro di nome Tung Hai Chuan lo diffuse nella regione di Pechino dopo averlo appreso da uno o più monaci Taoisti. La nostra forma è considerata la più famosa tra quelle tradizionali di "Pa Kua"; il nome originario è "Lung Hsing Pa Kua Chang" che significa letteralmente "la forma del drago del palmo degli otto trigrammi". Durante la pratica il corpo va tenuto rilassato, diritto, occorre muoversi avendo la sensazione che i piedi aderiscano bene al terreno (il Maestro Chang usava dire: "camminare come nel fango"). La respirazione è addominale, lenta e profonda, la mente deve guidare il flusso del Chi, dell'energia vitale interiore.

La grande sciabola del Pa Kua

COLLEGAMENTI:

I NOSTRI CORSI


 

Ultima revisione di questa pagina: 28.05.2008 09:31

QUICK MENU