Kung fu shaolin tradizionale scuola Chang dsu yao

GLI ALTRI STILI DI KUNG FU
(stili non praticati dalla nostra scuola)

LO STILE QI JIA TONGBEIQUAN
"Tongbeiquan della famiglia Qi"

Il Tongbeiquan ( pugno che attraversa la schiena ) trova le sue origini nel lontano passato della Cina.
Molto sono concordi nel dire che lo stile sarebbe derivato da uno dei 108 guerrieri del romanzo “ A bordo dell'acqua “ ( shuihu ) della dinastia Song (960-1279), che si chiamava Han Tong.
Il Tongbeiquan è menzionato storicamente fin dalla dinastia Ming (1368-1644) ed è descritto come uno stile interno ( neijia quan ).
E’ stato trasmesso oralmente che un monaco taoista chiamato Bai Yuan, o la grande scimmia bianca, imitasse i movimenti del gibbone che combatte e creò una concatenazione di 24 movimenti.
Lu Yunqun, un monaco taoista, fu il maestro di due famosi discepoli che propagarono lo stile, uno fu Qi Xin, e l'altro Shi Hongsheng.
Il Tongbeiquan è un stile che imita lo spirito e la forma della grande scimmia, applicando molti colpi a lunga distanza restando molto agile con tutto il corpo.
Durante l'allenamento le tecniche vengono applicate essenzialmente con il palmo aperto, per avere più rilassamento.
Una volta che il corpo è totalmente rilassato, si comprende poco a poco l'applicazione della forza agile e della forza interna che diventa esplosiva ( zheng ) utilizzando tutto il corpo per colpire.
Differenti tecniche di pugno e di palmo vengono allora utilizzate, come il pugno a martello, il pugno diritto zhongquan, l’occhio della fenice fengyanquan, il pugno che buca le ossa touguquan.
Questo stile comporta una grande parte dei colpi ai punti vitali, alle ossa, ai muscoli e ai punti nervosi del corpo umano ( xue wei ).
Quando il praticante del Tongbeiquan scappa è agile come la scimmia, e quando attacca è feroce come il gorilla e colpisce senza tregua il suo avversario.
La mobilità è una delle principali caratteristiche di questo stile, che è ritenuto la madre del Tanglangquan.

Il Granmaestro Guan Tieyun è Preside della Facoltà di Wushu dell’Università di Educazione Fisica di Shenyang, e arbitro internazionale di Wushu.
Ha cominciato a studiare il Kung fu nel 1956 all’età di sei anni.
E’ rappresentante di 6° generazione dello stile tradizionale dell’Anatra Mandarina (“Yuanyang Quan”) , succedendo a Dong Xichang, 5° generazione.
Nel 1983 è stato campione di Kungfu tradizionale della provincia del Liaoning con una performance di Sciabola del Bagua e una di Yuanyang Quan.
Vera e propria autorità cinese di Kung fu tradizionale e soprattutto di Tongbeiquan di cui è uno degli eredi della linea del famoso Maestro Xiu Jianchi, 4° generazione del Tongbei della famiglia Qi (detto anche il Tongbei dei Cinque Elementi).
Egli è ritenuto uno dei migliori Maestri viventi dello stile Tongbeiquan.
È stato uno degli autori di molti libri sul Tongbei, ed è un abituale referente della rivista mensile “Zhongguo Wushu”.
Nel 1995 ha ricevuto dal governo l’onore di essere annoverato fra i ”Cento eroi del Kung fu Cinese”.

Ultima revisione di questa pagina: 28.05.2008 09:30

QUICK MENU